Come operiamo

Un mondo socialmente incluso

img4

Siamo profondamente convinti che il mondo deve evolvere verso paradigmi e modelli nuovi.

Non solo bisogna avere la consapevolezza della fragilità del nostro ecosistema. Bisogna in virtù di questo immaginare una nuova forma di economia che abbia regole dettate fortemente dall’esperienza e basate sui migliori valori che la società ha potuto costruire nel tempo.

L’uomo, che vive in questa natura a noi prossima, deve essere al centro di questo nuovo mondo, e se vuole evolvere e sopravvivere deve capire la necessità anche dell’inclusione di specie.

Solo con un grande sforzo sull’inclusione tra gli uomini potremmo migliorare cercando di non lasciare indietro nessuno.

Cercare di individuare iniziative che includano oltre che aiutare

Pudens è un ente morale anomalo.

Non cerca di valorizzare un brand affigliato od il nome di una famiglia specifica oppure iniziative connotate.

Sotto questo aspetto è molto laica ed aperta, open source, direbbero gli informatici.

Se l’uomo è l’essere che ci rappresenta tutti ed il benessere dell’uomo stesso è anche il nostro benessere, quello che Pudens vuole raggiungere è il benessere dell’uomo.

Poiché molti uomini hanno la capacità di poter gestire da loro questo obiettivo, o hanno le opportunità di poter raggiungere questo obiettivo seppur con fatica ed impegno, alcuni non hanno tutto questo.

Noi ci vogliamo occupare di chi ha tali e tante difficoltà da non poter neanche lontanamente poter aspirare ad una vita sostenibile.

Questo è il nostro concetto di inclusione.

Inclusione che va dall’aiuto materiale ai più disagiati, tenendo però in grande conto che bisogna aiutare anche chi ha bisogno di qualcosa per non dover finire in stato di disagio.

Un piccolo esempio potrebbe essere l’aiutare le mense dei poveri con pasti caldi contemporaneamente all’istituzione di borse di studio che aiutino giovani a crearsi le migliori opportunità formative.